Prenderà il via il prossimo 12 gennaio, ospite del Teatro Persiani di Recanati, l’edizione 2018 del Gigli Opera Festival, originale proposta culturale firmata Villa InCanto sostenuta dall’Assessorato alle Culture del Comune di Recanati e dalla Regione Marche.

Un programma che certamente incontrerà le aspettative di appassionati e non ma soprattutto darà la possibilità ad ognuno di intraprendere una vera e propria esperienza emozionale assistendo alle tre opere in calendario: Cavalleria Rusticana, Aida e Madama Butterfly.

Ad inaugurare la rassegna, venerdì 12 gennaio alle ore 21, sarà Mascagni e la sua Cavalleria Rusticana rivisitata dalla stile originale del Maestro Riccardo Serenelli.

Uno stile che contraddistingue da sempre il lavoro della Maison Serenelli e che in questo primo allestimento condurrà il pubblico per le vie di una Sicilia in festa per la Pasqua.

L’opera - in un unico atto di Pietro Mascagni su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci tratta dalla novella omonima di Giovanni Verga – venne rappresentata per la prima nel 1890 e il suo successo fu tale che fino alla morte del compositore nel 1945, fu messa in scena ben 14mila volte solo in Italia.

Il 12 gennaio, il pubblico verrà immerso nella tipica atmosfera contadina siciliana del giorno di Pasqua e verrà coinvolto da Santuzza, Turiddu, Mamma Lucia, Alfio e Lola in una diatriba familiare dal finale non troppo lieto.

Ad indossare gli abiti di Santuzza e Mamma Lucia saranno i soprani Francesca Ruospo e Martina Malatini, Turiddu verrà impersonato dal tenore Leonardo Gramegna, Alfio dal baritono Matteo Jin e Lola dal soprano Zala Hible. Alle musiche, immancabile il Quintetto d’Archi Beniamino Gigli.
Un cast d’eccezione che promette coinvolgimento ed empatia con il pubblico che dovrà soltanto lasciarsi appassionare e emozionare.

Per approfondimenti e per informazioni Teatro Persiani Recanati 071 7579445.